ENTUSIASMO + COMPETENZA = QUALITA’

ENTUSIASMO + COMPETENZA = QUALITA’

In sintesi questa è la presentazione di Intra, veronese azienda di servizi, che al mercato del cleaning porta la sua professionalità ed esperienza

A cura di Chiara Merlini per Dimensione Pulito.

 

Intra Cleaning & Service,con sede a Verona, è un’azienda specializzata nel settore della pulizia e sanificazione ambientale, della logistica in outsourcing e dei servizi integrati.

Opera in vari settori, soprattutto nella Grande Distribuzione e nel comparto agroalimentare: ma, tra i loro clienti, anche grandi aziende e multinazionali leader nei settori arredamento, elettronica, editoria… Questa, si può dire, la loro “scheda” ufficiale. Intra però è molto di più. A partire dal nome – Intra – inteso nel suo significato letterale di “in mezzo, tra”, questa azienda, giovane sul mercato ma ricca delle precedenti esperienze dei suoi componenti, si propone nel mondo del cleaning come il trait d’union tra la committenza e l’utente finale. Un’azienda che vuole essere un interlocutore in grado di capire a fondo le necessità della clientela, di operare seguendo le possibilità offerte dalla più moderna tecnologia, con una forte attenzione alla sostenibilità e all’ambiente, ma non dimenticando – e questo sembra facile ma non lo è – che ci si rapporta con le persone e che il cammino parte da qui, deve essere studiato per loro. Più che un’intervista, questo è diventato un dialogo a più voci, in cui alle parole di Paolo Fasoli, amministartore unico di Intra, si sono aggiunte quelle di Giovanna Barberis, consulente area tecnica che si occupa della formazione del personale e di Lorenzo Breda, responsabile della comunicazione. Ne è derivata una piacevole conversazione il cui filo conduttore, che traspariva dalle parole di ognuno, era il profondo entusiasmo nel portare avanti scelte impegnative, la volontà di guardare avanti, studiando le diverse possibilità, trovando metodi e soluzioni mi gliori – sia tecnologiche, sia ergonomiche – per l’applicazione sul campo, nelle diverse situazioni e condizioni di lavoro. Ciò che più mi ha colpito è stata proprio l’attenzione e il rispetto nei confronti delle persone e dell’ambiente, emersa come

naturale conseguenza di applicare i principi in cui si crede. Paolo Fasoli l’ha voluta così, la sua azienda: con un nome che chiarisce la sua mission, con un colore – il viola – che la contraddistingue. «Il colore lavanda si associa bene all’idea di pulito. Un fiore dal profumo delicato che esprime gradevolezza senza invadenza, la cui fioritura (e come non pensare a quelle bellissime in Provenza?) è una gioia per tutti i cinque sensi».

 

“Un settore poco considerato, quello della pulizia professionale. Come lo avete affrontato?”

Paolo Fasoli: È un comparto necessario per la salute, ma, nella realtà, viene sempre bistrattato. Abbiamo voluto partire dalla base, dalla formazione del personale perché questo è il punto nodale. Ciò che sembra determinare tutto nel nostro settore è il prezzo: noi abbiamo voluto invece partire con un concetto completamente diverso. Insieme a Giovanna Barberis abbiamo strutturato un percorso di formazione che inizia con un colloquio con gli operatori e si snoda lungo un percorso che prevede filmati (l’apprendimento, nel caso di adulti, utilizza molto il metodo “visivo”), una completa formazione in aula prima di affrontare il cantiere.

 

“Quali sono i principi ispiratori di questo sistema?”

Paolo Fasoli. Abbiamo adottato un’impostazione non limitata all’insegnamento di una sequenza di azioni corrette per lo svolgimento del lavoro: parliamo di un vero Metodo Intra Cleaning System: un metodo che comprende la formazione, l’utilizzo del sistema e delle attrezzature e il controllo dei risultati. Una sfida: ottenere il pulito a costi competitivi ma non giocando sul risparmio o sulla diminuita qualità quanto sul sistema globale di lavoro. I principi su cui ci basiamo sono facili da enunciare, ma che si devono – e noi lo facciamo – tradurre nella realtà operativa: sostenibilità, ecologia, basso impatto ambientale e grande attenzione alle persone. L’uso di prodotti a basso impatto ambientale, la diminuzione e il recupero degli imballaggi, l’attenzione alle nuove tecnologie che consentono risultati ottimali con risparmio di tempo, una formazione “reale” e una verifica puntuale per il raggiungimento dei risultati. A questo aggiungiamo il monitoraggio dei risultati: il cliente si sente costantemente affiancato da noi.

 

“Il corso di formazione al personale come punto di partenza per strutturare un cantiere…”

Lorenzo Breda. Da qualche tempo mi occupo di formazione del personale e mi rendo conto che questo è veramente un work in progress: ogni volta si può aggiungere qualcosa per essere più efficaci. In sintesi, partiamo dai valori aziendali, specifichiamo la profonda differenza che esiste tra la pulizia domestica e quella aziendale e quindi procediamo a spiegare il Metodo Intra. Una parte del corso è dedicata al corretto utilizzo del materiale di cantiere. Si verifica sempre una certa resistenza al cambiamento: bisogna dimostrare l’efficacia di un’azione metodologicamente più corretta. Si invitano le persone a “provare” ciò che hanno imparato sul loro territorio, a casa loro… Giovanna Barberis. Questo è un

aspetto complesso che la gente tende a trattare con superficialità: la qualità del proprio servizio non si esplica nel portare in un ambiente lavorativo la propria esperienza casalinga. Professionalità è acquisizione della conoscenza delle attrezzature e dei prodotti che vengono utilizzati, ma soprattutto di un sistema perché il lavoro venga svolto in maniera efficace ed efficiente.

 

“Il primo passo, allora, è trasmettere a persone con esperienze diverse quali sono i valori dell’azienda?”

Lorenzo Breda. L’inizio è fondamentale: i valori su cui deve poggiare il lavoro di chi opera in questa azienda sono: professionalità, cortesia e riservatezza. Con il termine professionalità si intende avere un metodo di lavoro e quindi ottenere un risultato; la cortesia rappresenta l’importanza dell’approccio che si ha con la clientela. Può sembrare banale o scontato, ma sappiamo bene che purtroppo non è così. Anche la riservatezza può essere facilmente sottovalutata: è necessario tenere presente che si lavora in casa d’altri, si entra in una intimità di cui a volte non ci si rende conto. È necessario, invece, esserne ben consapevoli, per svolgere un lavoro serio e di qualità.

 

“Un’attenzione quindi a 360 gradi, la volontà di conferire maggiore dignità e consapevolezza a chi opera, il rispetto per l’ambiente: l’impegno viene sostenuto dai risultati ottenuti?”

Paolo Fasoli. Abbiamo notato come anche il personale stia cambiando: una volta gli italiani si allontanavano da questo lavoro, ora ve ne sono molti. Sono cambiate le condizioni economiche ma pensiamo che possa essere in atto anche un cambiamento nella mentalità del lavoro: non esistono lavori di ripiego, esiste solo un lavoro fatto bene o fatto male. I nostri clienti sono la conferma che la nostra strada è giusta, anche se percorrerla significa mantenere alta l’attenzione, oltre alla formazione verificare che gli, standard si mantengano adeguati nel tempo, secondo le richieste delle varie tipologie di clientela. Nella nostra presentazione c’è la sintesi del nostro lavoro: vogliamo lasciare un’impronta, non quella che si associa facilmente alla trascuratezza, ma la vera Impronta dell’eccellenza.