È la formazione del personale il segreto del facility management?

È la formazione del personale il segreto del facility management?

Partiamo dalla necessaria premessa che il facility è un argomento complesso e quindi come tale si compone di più parti che devono essere valutate tutte assieme, come ingranaggi che si integrano tra di loro e determinano l’efficienza di tutta la “macchina”.

Tuttavia, anche se questi ingranaggi girano assieme, ve ne sono alcuni più grandi e centrali, che permettono ad altri di funzionare e se si fermano bloccano tutto. Per noi uno di questi componenti fondamentali è la formazione del personale.

 

Che si parli di cleaning o di logistica il nostro è un lavoro che si basa sulla manodopera dei nostri collaboratori, su quanto il servizio che prestano sia efficiente e quanto sono consapevoli e coinvolti nelle mansioni che gli sono affidate. Non è pensabile dunque impostare il servizio facendo affidamento sull’esperienza già maturata dalle singole persone o avendo fiducia nelle loro capacità: il primo approccio deve essere quello formativo!

È la formazione che determina su più livelli la soddisfazione nel risultato finale e permette di raggiungere lo standard qualitativo desiderato! Giusto per citare alcuni di questi livelli: professionalità del servizio, sicurezza, immagine dell’azienda.

 

L’approccio professionale è il primo indicatore della buona formazione! È fondamentale che gli operatori conoscano e comprendono gli strumenti di lavoro. Per questo secondo INTRA l’affiancamento in cantiere deve essere preceduto da un’istruzione su alcuni principi fondamentali: per esempio il personale sa come funziona la composizione chimica e il Ph dei detergenti? Sa perché bisogna rispettare il tempo di posa? I report di controllo vengono compilati in modo corretto e preciso? Questi sono gli aspetti che in assoluto incidono di più sul risultato finale.

Vi sono alcune nozioni che è bene non imparare “in corsa”, ma affrontare con un istruttore e magari con l’aiuto di qualche videocorso (sempre più efficace di un manuale di istruzioni).

 

I corsi sulla sicurezza sono ben regolamentati, ma proprio per questo emerge la serietà tra l’affrontarli come un qualunque adempimento burocratico o valorizzare e comprendere l’importanza della sicurezza nell’ambiente di lavoro.

 

Chi ha un’attività aperta al pubblico (settore accoglienza in primis) ha la necessità che anche gli esterni sappiano come ci si rivolge ai clienti: chi frequenta il posto infatti tende a non distinguere tra il personale della struttura e gli esterni che vi lavorano. Fa parte del buon facility management saper gestire qualunque richiesta, anche del pubblico, nel modo più cortese possibile e i collaboratori devono essere pronti per farlo.

 

Questa tuttavia è la punta dell’iceberg! Come affrontare la formazione, quali argomenti trattare, come valutare i risultati sono tutti argomenti che affronteremo. Ognuno meriterebbe un saggio, ma noi proveremo ad approcciarci nel modo più semplice e chiaro possibile. Cliccate qui per restare sintonizzati!